• Trattamenti Vascolari

    L’insufficienza venosa è una condizione molto diffusa che porta ad un danno sia estetico che funzionale degli arti inferiori pertanto è importante effettuare visite e programmi di trattamento idonei al fine di raggiungere un miglioramento prima di tutto funzionale e consecutivamente estetico.

    Clicca e continua a Leggere..

  • Laserterapia Estetica

    Il laser è un ausilio sempre più utilizzato in medicina che ha dato negli ultimi anni un contributo elevato alla medicina estetica riducendo l’uso della chirurgia quindi contribuendo ad ottenere buoni risultati con minimi tempi di recupero.

    Clicca e continua a leggere.

  • Terapia del Dolore

    Un trattamento laser ad alta intensità innovativo nel campo della terapia del dolore, dotato di potente azione antinfiammatoria e spiccata azione antidolorifica da risultati positivi in un’altissima percentuale conferisce al paziente la scomparsa o un controllo ottimale del dolore migliorando la qualità di vita.

    Clicca e continua a leggere.

  • Medicina Estetica

    Ormai sia uomini che donne mostrano sempre maggiore interesse per la cura dell’aspetto fisico. La medicina estetica svolge un ruolo di prevenzione e terapia di piccoli inestetismi con metodiche a basso rischio ma altrettanto efficaci per mascherare i segni del tempo e aumentare il benessere psicofisico dell’individuo.

    Clicca e continua a leggere.

Laser CO2 Frazionato per Rimozione Smagliatura e Cicatrici

8th giugno 2013 | Laserterapia Estetica

Il Laser CO2  produce, mediante il fenomeno della vaporizzazione ovvero distruzione cellulare da “scoppio” per aumento repentino della temperatura in quanto causa il riscaldamento dell’acqua contenuta nei tessuti. Per questa sua caratteristiche viene utilizzato in chirurgia per la rimozione di neoformazioni cutanee. Il laser CO2 frazionato mediante l’uso di  uno speciale manipolo  divide il raggio laser in tanti piccoli raggi che creano dei microscopici forellini nello spessore della pelle (diametro di circa 150 micron – cioè 150 milionesimi di metro) agendo con alta precisione al livello di profondità desiderato e minimizzando il danno termico sui tessuti viene utilizzato in estetica per trattare diversi inestetismi superficiali con minima invasività e ridotto  decorso postoperatorio. Il raggio laser viene “guidato” da un computer che consente di eseguire un numero variabile di forellini per cm quadrato. Le impostazioni dell’operatore consentono di regolare sia il “numero” dei forellini per centimetro quadrato sia la profondità degli stessi.

Nel corso del trattamento le fibre collagene si retraggono, inducendo una maggior tensione della cute; i successivi processi di guarigione inducono la produzione di nuovo collagene nella parte più profonda della pelle. La profondità d’azione dello strumento è proporzionale all’efficacia nel correggere un determinato difetto. Il trattamento può essere applicato a tutto il volto o ad aree specifiche (trattamento del “codice a barre” del labbro superiore, oppure delle “zampe di gallina”) o a seconda delle esigenze nei vari distretti corporei.

L’azione selettiva di vaporizzazione del laser CO2 frazionato consente di eliminare o correggere gli inestetismi superficiali quali:

  • cicatrici da acne
  • cheratosi
  • macchie solari
  • pigmentazioni senili
  • pori dilatati
  • rughe sottili
  • smagliature
  • cicatrici chirurgiche

Il trattamento è controindicato in:

  • individui con cute olivastra, mulatti o neri, per l’alto rischio di alterazioni della pigmentazione
  • individui sottoposti, nel corso dei 12-18 mesi precedenti, a terapia antiacne con Roaccutan
  • individui per i quali è riconosciuta a livello anamnestico la tendenza a sviluppare cicatrici ipertrofiche o cheloidee
  • individui che presentano infezioni attive della pelle

Il trattamento è generalmente ben tollerato dal paziente che avvertirà principalmente una sensazione di fastidio e calore, l’ applicazione di gel anestetico 30 minuti prima del trattamento è consigliata per limitare la sensazione dolorosa. La durata del trattamento è di solito variabile da 15 a 30 minuti.

Nel post operatorio si osserva:

  • Moderato bruciore o fastidio nelle prime 24 ore.
  • Gonfiore nei primi 2-3 giorni.
  • Applicazione di crema antibiotica per i primi 4 giorni.
  • Formazione di minuscole crosticine della dimensione di una punta di spillo destinate a cadere 3-4 giorni dopo il trattamento, secondo la profondità d’azione.
  • Rossore, di entità variabile, per 1 settimana.
  • 3-4 giorni dopo l’intervento può essere ripresa la vita di relazione
  • Per 2 settimane: evitare l’esposizione alla luce del sole intenso o a temperature estreme.
  • Creme a filtro solare dovranno essere utilizzate fino a quando il colore della pelle trattata non sarà ritornato normale

Possibili complicazioni

  • Infezioni cutanee: infezioni batteriche possono essere causate da una scarsa igiene nell’immediato postoperatorio.
  • Herpes virus: il rischio è limitato dall’assunzione di antivirali prima dell’intervento.
  • Eritema persistente (colorito rosa acceso della pelle): può essere provocato, nel corso delle prime settimane dopo il trattamento, dalla diretta esposizione al freddo, ad eccessive fonti di calore o al sole troppo forte.
  • Discromie: iperpigmentazioni e/o ipopigmentazioni della pelle nelle zone trattate possono manifestarsi a distanza di settimane o mesi: l’utilizzo di creme a filtro solare rende minimo il rischio di tale evenienza.

I risultati in genere buoni quando il trattamento laser viene effettuato per correggere inestetismi superficiali, quali rughe sottili e pigmentazioni, nelle cicatrici da acne, smagliature e cicatrici chirurgiche ci sarà comunque un netto miglioramento anche se difficilmente potremo avere un risultato al 100%.  A seconda dell’inestetismo da trattare e della sua gravità possono essere necessari più passaggi di laser (mediamente da 3 a 5) da effettuare distanziati circa 6 settimane l’uno dall’altro.